Laboratori di sostegno all’apprendimento


A chi si rivolge?

I laboratori – individuali e/o di gruppo – sono pensati sia per gli allievi della scuola elementare che per quelli della scuola superiore di primo e secondo grado. Vi partecipano ragazzi con difficoltà legate all’apprendimento, alla motivazione allo studio o alla relazione col contesto scolastico. I gruppi sono quanto più omogenei possibile, per età ed esigenze dei partecipanti. Per ogni partecipante si costruisce un percorso mirato, incoraggiandolo contemporaneamente all’interazione e al confronto con gli altri. I ragazzi che usufruiscono di questo sostegno hanno occasione di migliorare la conoscenza di loro stessi e delle proprie abilità e aspirazioni, possono elaborare nuove strategie e metodologie di apprendimento e risoluzione delle difficoltà e lavorare sull’importanza del rapporto con coetanei e con gli adulti. L’obiettivo è migliorare il benessere della vita dello studente, ma anche lottare contro la dispersione scolastica.

Obiettivi

Sostenendo i partecipanti nello svolgimento dei compiti, singolarmente e all’interno del gruppo, si forniscono strategie e modalità di apprendimento che possono essere elaborate e fatte proprie dai ragazzi, con lo scopo di potenziarne il rendimento scolastico. La riflessione sul proprio metodo di studio serve a comprendere meglio le proprie modalità di apprendimento, al fine di sviluppare e potenziare nuove strategie.

Contemporaneamente i giovani vengono sostenuti dagli operatori e dallo psicologo nelle interazioni all’interno del gruppo e nell’elaborazione delle proprie riflessioni sulla relazione con gli adulti di riferimento (genitori e insegnanti). Favorire un apprendimento collaborativo, incoraggiando l’aiuto reciproco, serve a riconoscere nell’altro una risorsa e un sostegno.

Il laboratorio, inoltre, si pone l’obiettivo di aiutare i ragazzi nel lavoro di assunzione di responsabilità nei confronti dei propri impegni, favorendo il raggiungimento di maggiore autonomia e sicurezza nel proprio fare. Il progetto sostiene le famiglie dei ragazzi che partecipano al laboratorio nel trovare strategie di supporto dei propri figli anche a casa.

Costruire un nuovo modo di rapportarsi allo studio costituisce la base per lavorare sulla costruzione di un rapporto migliore con se stessi e con gli altri. Il laboratorio, infatti, è in grado di dare spazio sia allo svolgimento dei compiti sia al lavoro su aspetti di natura emotiva, relazionale e motivazionale anche in situazioni di specifiche difficoltà come nel caso dei Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA).

Metodo

Dopo un iniziale percorso di valutazione che prevede un colloquio con i genitori e almeno un incontro con il futuro partecipante, può essere avviato un percorso individuale e un successivo inserimento nel gruppo oppure un immediato ingresso nel laboratorio di gruppo.Tenendo conto delle risorse e delle ambizioni individuali, si lavora per rafforzare la motivazione allo studio, sostenendo la capacità di prefiggersi obiettivi raggiungibili e di apprezzare i traguardi raggiunti.

Fondamentali passaggi sono la costruzione di fiducia e alleanza con gli operatori (psicologi e educatori) al fine di arricchire il lavoro di sostegno nello svolgimento dei compiti con esperienze relazionali positive e soddisfacenti.