Sostegno alla genitorialità


A chi si rivolge?

A padri e madri che avvertano problemi o disagi nei rapporti con i loro figli o con il loro ruolo di genitori.

Obiettivi

L’obiettivo del sostegno alla genitorialità è quello di favorire il confronto, la comprensione e la condivisione di problematiche comuni che i partecipanti si trovano ad affrontare e rispetto alle quali presentano difficoltà e sofferenza, proponendosi di attivare e potenziare le competenze e le risorse a disposizione. Sia nei gruppi che negli incontri individuali e di coppia vengono ricercate strategie e soluzioni attraverso una maggiore comprensione dei propri figli e dei modi di gestire eventuali crisi di coppia, in modo che non abbiano un impatto eccessivo sul vissuto emotivo dei figli. Sostegno alla genitorialità significa capire se i figli stanno bene o male, aiutarli a porre dei limiti e a ricostruire relazioni soddisfacenti, valorizzare le risorse di papà e mamma rendendoli consapevoli dei loro stili genitoriali.

Metodo

Il sostegno alla genitorialità è un servizio che può articolaesi individualmente, in coppia o all’interno di piccoli gruppi composti da 6-8 partecipanti. I gruppi si riuniscono – coordinati da un conduttore – una volta ogni 15 giorni per due ore. Vi possono partecipare sia coppie che singoli genitori.